Astrologie Mondiale
(Pratique)

Présentation Articles Publications Imagerie Liens

 

AL CUORE DELLE CONFIGURAZIONI

Traduzione italiana di Luciano Drusetta

http://digilander.libero.it/drusetta/

 

A tutto vi è un inizio. Le prime osservazioni di astrologia mondiale dovevano per forza consistere nel testare la base del materiale astrale preso isolatamente. Per poter cogliere l'identità di ciascuno di questi fattori se ne doveva fare un inventario minuzioso, separandoli accuratamente gli uni dagli altri. Così è stato fatto con la piattaforma dei cicli planetari.

 

Fino ad oggi ci si è prestati a mettere in relazione un certo ciclo con un altro ciclo, o a considerare lo spostamento di un certo astro veloce rispetto a uno lento; ma solo occasionalmente e per necessità (vedi La Révolution française). Ma adesso è importante passare sistematicamente dal semplice al composto, dall'elemento all'insieme, per tracciare una sintesi che conduca all'unità del fatto astro-storico.

 

Prendendo ora in considerazione la trama della globalità (parziale o totale) delle configurazioni, gli astri veloci (dal Sole a Marte) sui più lenti (Urano, Nettuno, Plutone) passando per quelli intermedi (Giove e Saturno), siamo in grado di ricostruire lo svolgimento di ciascuna storia, di seguire le tappe successive attraverso le quali si compie l'evento nel corso del suo periplo, come si annoda e si snoda una certa crisi dal suo inizio alla sua fine. Perché è lì la chiave del suo processo evolutivo.

 

Questa integrazione dei cicli di interciclicità dal più piccolo al più grande offre un doppio vantaggio: le tappe secondarie hanno valore di verifica e si rafforzano in un controllo incrociato, e tutto ciò contribuisce a ricostruire un insieme dove le interferenze cicliche partecipano alla visione sintetica del fenomeno storico.

 

Passiamo allora in rassegna alcuni degli episodi che hanno maggiormente segnato la storia del ventesimo secolo. Nella maggior parte di essi entrano in gioco simultaneamente diversi aspetti dei grandi cicli; sulla componente di un tale scenario di fondo, multiplo o generale, vedremo gravitare i pianeti veloci in un certo numero di passaggi simultanei o successivi da una posizione all'altra di una scacchiera in costante fermento.

 

A scopo di esemplificazione delineiamo ora un caso particolare, il più elementare; quello di una crisi locale strettamente circoscritta a un solo aspetto del grande ciclo.

 

LA CRISI FRANCESE DEL 1946

 

In Le Destin de l'Europe, avendo attribuito alla quadratura Saturno-Giove che ha avuto luogo dal dicembre 1945 al novembre 1946 il significato della "divisione Est-Ovest" che si ebbe all'epoca (in combinazione col semiquadrato Saturno-Urano e il sesquiquadrato Giove-Urano), ho aggiunto: «I movimenti della Resistenza entrano essi stessi in crisi, e de Gaulle in Francia lascia il potere nel gennaio 1946». E vediamo svolgersi questa crisi nazionale in funzione dei "relè" che i pianeti veloci fanno scattare su questa dissonanza.

 

1 – La Camera elegge il generale de Gaulle Presidente del governo provvisorio della Repubblica francese l'11 novembre 1945, ma il 20 gennaio 1946 lui presenta le dimissioni e si ritira dalla politica. Il Sole e Mercurio (rispettivamente a 29° e 16° del Capricorno) e Marte (20° del Cancro) formano una doppia opposizione rispetto a Saturno (20° del Cancro) in quadratura con Giove (26° della Bilancia).

 

 

2 – Mentre il parlamento, dominato da una maggioranza socialcomunista, presenta al Paese un progetto di costituzione di Repubblica, a metà aprile l'MRP (partito di centro) passa all'opposizione. Il Sole (che il giorno 15 si trova a 24° dell'Ariete) passa in opposizione a Giove (22° della Bilancia) e in quadratura con Saturno (18° del Cancro). E c'è pure la quadratura Sole-Marte, quest'ultimo a 26° del Cancro.

 

3 – Scoppia la crisi il 5 maggio: con un referendum, il Paese respinge il progetto di costituzione socialcomunista. Risultato della precedente decisione dell'MRP: tocca ora a Mercurio (20° dell'Ariete) passare in opposizione a Giove (19° della Bilancia) e in quadratura con Saturno (19° del Cancro).

 

4 – Conflitti sociali di estrema gravità immobilizzano il Paese tra il 19 e il 23 giugno: passaggio di Mercurio (da 17° a 24° del Cancro) su Saturno (24° del Cancro) – appunto – e in quadrato con Giove (a 17° della Bilancia).

 

5 – Nuovo violento focolaio di conflitti sociali attorno al 14 luglio: passaggio del Sole (a 21° del Cancro il giorno 14) su Saturno e in quadratura con Giove.

 

6 – La crisi si acuisce quando il generale de Gaulle rompe il silenzio e prende posizione contro il nuovo progetto di costituzione (che riunisce i tre partiti politici dominanti) nel suo discorso del 29 settembre a Épinal: Marte (a 3° dello Scorpione) passa su Giove (0° dello Scorpione) in quadratura con Saturno (6° del Leone).

 

7 – Il progetto di costituzione alla fine prevale nel secondo referendum del 13 ottobre: Mercurio (8° dello Scorpione) passa su Giove (3° dello Scorpione) in quadratura con Saturno (7° del Leone).

 

8 – Nasce la Quarta Repubblica il 29 ottobre: tocca adesso al Sole (5° dello Scorpione) passare su Giove (7° dello Scorpione) in quadratura con Saturno (8° del Leone): l'istituto porta in seno i germi della sua stessa fragilità.

 

Abbiamo così visto svolgersi in otto tappe una crisi che si sviluppa nel corso di un intero ciclo Sole-Giove: perché il governo provvisorio della Repubblica francese si era costituito il 6 settembre 1944 (con Sole e Giove rispettivamente a 13° e a 9° della Vergine) e le prime elezioni, che avevano dato una maggioranza socialcomunista alla Camera, si erano tenute il 21 ottobre 1945 (Sole e Giove rispettivamente a 27° e a 12° della Bilancia). Ed è a partire dal semiquadrato Giove-Sole di fine novembre che comparvero i primi conflitti tra de Gaulle e quei partiti. Certo, la crisi va considerata globalmente, introducendo un conflitto sociale nelle tappe 4 e 5; in tutta la sua storia, la Francia non aveva mai votato così fortemente a sinistra e all'estrema sinistra, inoltre il clima economico dell'epoca era quello di una nazione che usciva da una terribile guerra. Ma la discesa sul campo costituzionale è pura, nelle altre fasi. Al momento dell'opposizione delle fasi 2 e 3, il passaggio del Sole rilancia la crisi e il passaggio di Mercurio è la conseguenza di questo rilancio. Al contrario, al momento della congiunzione delle fasi 7 e 8, il passaggio di Mercurio introduce la soluzione del conflitto e il passaggio del Sole invece ne è l'esito, nonostante il ravvivarsi del conflitto nella fase marziale descritta nel punto 6.

Dedichiamoci adesso ad alcuni degli scenari delle grandi svolte nella storia del ventesimo secolo.

 

LA CRISI MAROCCHINA DEL 1905-1906

 

Questa crisi si presenta nell'ambito del quadrato evolutivo Giove-Saturno 1901-1921, oltre che nel contesto della grande opposizione Urano-Nettuno.

 

1 – Il 31 marzo 1905 il Cancelliere Bülow convince l'imperatore Guglielmo II, in crociera nel Mediterraneo, a fermarsi a Tangeri. In questo modo la Germania manifesta in maniera eclatante la sua volontà di opporsi al fatto che la Francia si stesse insediando nell'impero marocchino. E' il primo scontro diplomatico del secolo tra Francia e Germania. Il Sole (10° Ariete) passa in doppia quadratura con l'opposizione Urano-Nettuno (4° Capricorno – 5 ° Cancro).

 

2 – La crisi scoppia il 6 giugno, quando l'evento diventa un caso mondiale: la Germania fa conoscere ufficialmente il proprio progetto di conferenza internazionale per una soluzione del caso del Marocco, togliendo alla Francia la legittimità del suo intervento unilaterale; e si dimette il ministro degli Esteri francese Delcassé, che aveva espresso l'intenzione di opporre resistenza. Il Sole (15° Gemelli) entra in congiunzione con Plutone (21° Gemelli).

 

3 – Il presidente del Consiglio francese Maurice Rouvier, cedendo alle pressioni, accetta l'idea della conferenza il 1° luglio. Il Sole (8° Cancro) raggiunge Nettuno (7°) opposto a Urano.

 

4 – Il 28 settembre, accordo provvisorio tra Francia e Germania in cui la diplomazia conciliante cerca di far aderire la Francia, dopo il recente riavvicinamento tra Russia e Germania a Björkö, a un'alleanza continentale sotto la sua amministrazione. Rispetto alla sua prima posizione del 31 marzo, il Sole (4° Bilancia) ripassa in doppia quadratura con l'opposizione Urano-Nettuno, ma anche in trigono con Giove (6° Gemelli): una configurazione equivoca e incerta.

 

5 – Il 23 novembre lo zar rinnega la promessa firmata a Björkö, annullando il progetto di alleanza russo-tedesca e rimettendo in discussione i risultati della fase numero 4. Il sole (0° Sagittario) è in opposizione a Giove (1° Gemelli) e in quadratura con Saturno (26° Aquario).

6 – Davanti a questo fallimento di alleanza continentale, la Germania riprende la sua offensiva e assume un atteggiamento intransigente alla conferenza di Wilhelmstrasse del 23 dicembre. Il Sole (1° Capricorno) passa su Urano (4°) e in opposizione a Nettuno (9° Cancro).

 

7 – La conferenza internazionale di Algeciras si apre finalmente il 16 gennaio 1906 in un clima di distensione: sotto la congiunzione Sole-Venere (25° -18° Capricorno) in trigono con Giove (26° Toro).

 

8 – A fine febbraio il Cancelliere Bülow, sconcertato, è costretto a fare delle concessioni. Il 25 abbiamo la congiunzione Sole-Saturno in trigono con Nettuno e in sestile con Urano.

 

9 – Il patto di Algeciras, che sancisce la posizione francese, è firmato il 7 aprile. Il Sole è tornato al suo punto di partenza: il giorno 5 c'è la congiunzione Sole-Mercurio a 14° dell'Ariete.

 

Dalla fase 1 alla fase 9 il ciclo solare è completato, simmetricamente all'opposizione Urano-Nettuno, e il gioco dialettico è netto: tensione nella fase 1 e distensione nella fase 4; distensione nella fase 3 e tensione nella fase 6.

 

LA CRISI BOSNIACA DEL 1908-1909

Questa crisi si evolve durante traversata di Saturno in Ariete in doppia quadratura con l'opposizione Urano-Nettuno, e durante il sesquiquadrato evolutivo del ciclo

Giove-Saturno.

 

1 – Nel luglio del 1908 si impone una rivoluzione del tipo "la giovine Turchia". Il nuovo governo ottomano annuncia una politica di riforme: intende risolvere il problema delle nazionalità e sembra deciso a respingere gli interventi stranieri. Nella prima decade del mese il Sole passa sulla dissonanza di base nettuniana.

 

2 – Prima che il governo dei "giovani turchi" si consolidi, il 19 agosto il governo austro-ungarico intende attuare immediatamente un programma il cui primo punto è l'annessione della Bosnia-Erzegovina. A questo programma aggressivo corrisponde la congiunzione Sole-Marte (26-27° Leone) che si applica a un Giove (25°) in tripla dissonanza Saturno-Urano-Nettuno.

 

3 – Ritenendo di avere via libera, il 5 ottobre l'imperatore Francesco Giuseppe II firma il decreto di annessione: passaggio del Sole (11° Bilancia) di fronte al triangolo dissonante Saturno-Urano-Nettuno.

 

4 – Questa decisione provoca la protesta della Serbia, che a sua volta comporta una reazione da parte del governo russo. A Londra, dal 12 al 14 ottobre il ministro degli Esteri russo Izvol'skij solleva la grave questione degli Stretti, che scuote le cancellerie.[1] A sua volta, Marte (2° Bilancia) disegna una croce col triangolo dei tre citati pianeti lenti.

 

5 – Il 30 dicembre Nicola II mette in guardia del pericolo Francesco Giuseppe e gli Stati maggiori di Vienna e di Pietrogrado iniziano la mobilitazione. L'Europa è sull'orlo della guerra. Il Sole e Mercurio (8° e 12° Capricorno) si congiungono con Urano (16°) di fronte a Nettuno (15° Cancro).

 

6 –  Il 21 febbraio 1909, dopo un dibattito sulla mediazione franco-anglo-italiana, la Germania notifica il proprio rifiuto ad associarsi; e pur avendo campo libero, l'Austria-Ungheria riesce ad ottenere dalla Turchia, il giorno 26, il riconoscimento dell'annessione della Bosnia-Erzegovina. Il Sole (7° Pesci) è opposto a Giove (9° Vergine).

 

7 – Il 19 marzo l'Austria pone un ultimatum alla Serbia e la Germania entra in scena il giorno 22, quando Bülow rivolge al suo ambasciatore a Pietrogrado delle istruzioni comminatorie che portano la Russia alla sottomissione. La forza prevale. Marte (15-17° Capricorno) si trova su Urano (20°), opposto a Nettuno (14° Cancro) e in quadratura con Saturno (11° Ariete).

 

8 – Abbandonata, il 31 marzo la Serbia firma l'atto d'annessione voluto dall'Austria-Ungheria. Il Sole (10° Ariete) è congiunto con Saturno (12° dello stesso segno). La prima guerra mondiale però è solo rimandata.

 

Come nella crisi precedente, osserviamo qui un ciclo solare di una perfetta simmetria accordata col triangolo dissonante dei tre pianeti lenti. Il gioco dialettico è altrettanto evidente: massima tensione nelle fasi 3 e 4 dove si forma una croce, rispetto alla fase 8, che è di distensione. Allo stesso modo nelle fasi 5 e 7 si ha una recrudescenza della tensione con i passaggi su Urano. Notiamo che il danno è stato fatto da questi quattro passaggi, quelli che si sono succeduti come focolai di tensione (incassata sotto una congiunzione Sole-Marte) negli stessi punti 3 e 4, e poi 5 e 7.

 

L'INCIDENTE DI AGADIR (1911)

Questa crisi sorge sotto la croce formata da due opposizioni: quella fra Giove e Saturno e quella fra Urano e Nettuno.

 

1 – L'attuazione dell'accordo franco-tedesco del 9 febbraio 1909 sulla crisi marocchina (Giove passava in sestile e in trigono rispetto all'opposizione Urano-Nettuno) fa sorgere delle difficoltà nel marzo 1911, a seguito di una ribellione contro il Sultano che minacciava gli europei radicati a Fes. A metà mese Marte si allinea su Urano, sempre in dissonanza rispetto a Nettuno e a Saturno.

 

2 – Il 4 maggio il governo francese fa sbarcare delle truppe a Fes. Improvvisamente, il governo tedesco decide di inviare una nave da guerra davanti ad Agadir il 5 maggio: un braccio di ferro che mette in allarme tutte le cancellerie. Sole e Mercurio (13-14° Toro) attraversano l'opposizione Giove-Saturno (10° Toro – 9° Scorpione).

 

3 – La nave da guerra tedesca Panther arriva ad Agadir il 1° luglio per fornire protezione ai coloni tedeschi. Questo fatto comporta una violazione del patto di Algeciras e impone di ripensare la soluzione alla crisi del Marocco. Marte (20° Ariete) è in doppia quadratura con la grande opposizione (20° Cancro – 28° Capricorno); inoltre il Sole (9° Cancro) esce dalla congiunzione con Plutone (27° Gemelli).

 

4 – A metà luglio il governo tedesco reclama la cessione del Congo francese. Il 17, il rifiuto francese è accompagnato dall'appoggio inglese (le truppe vengono allertate) che stempera la rivendicazione germanica. Dal 15 al 21, il Sole passa sotto l'opposizione Urano-Nettuno.

 

5 – Il 1° agosto la Francia propone alla Germania la cessione di una parte del Congo. Le trattative che vengono avviate sono così penalizzanti che alla fine di agosto i negoziati sono in pericolo di rottura, benché si ventili la possibilità di una guerra. Marte passa dall'opposizione con Giove del 23 luglio alla congiunzione con Saturno del 17 agosto, dove viene appesantito dalla quadratura del Sole.

 

6 – Alla fine di settembre viene accettato il progetto francese. Il 15 del mese si era formata la congiunzione Sole-Venere a 21° della Vergine, in trigono con Saturno (20° Toro) e con Urano (25° Capricorno) e in sestile con Nettuno (23° Cancro).

 

7 – L'accordo franco-tedesco che regola il tutto viene firmato il 4 novembre, sotto la tripla congiunzione Sole-Mercurio-Giove che va da 11° a 22° dello Scorpione.

 

Siamo sempre in presenza di un ciclo solare a perfetta simmetria e l'insieme delle osservazioni riportate negli esempi precedenti si ripete qui con lo stesso vigore.

 

I CONFLITTI DEI BALCANI (1912-1913)

 

Ci troviamo sempre nel doppio gioco delle due grandi opposizioni planetarie. Il governo italiano inizia l'occupazione della Tripolitania dichiarando guerra alla Turchia il 28 settembre 1911. Greci, serbi e bulgari attendono il primo fallimento dell'Impero ottomano costituendo una lega balcanica col patrocinio della Russia.

 

 

1 – Gli stati balcanici aprono le ostilità il 17 ottobre 1912 (la Macedonia è liberata, ma si avverte il rischio che, per il gioco delle alleanze, la guerra dei Balcani si allarghi a un conflitto fra Austria e Russia). La congiunzione Sole-Marte (23-29° Bilancia) passa sulla perpendicolare dell'asse Urano-Nettuno 29° Capricorno – 25° Cancro.

 

2 – I belligeranti concludono un armistizio in data 3 dicembre. Sole e Mercurio (11° e 22° Sagittario) sono in congiunzione con Giove (23° Sagittario).

 

3 – Il governo ottomano rompe i negoziati di pace: la guerra riprende il 3 febbraio 1913, innescando timori di contagio in Europa. Sole e Mercurio (14° e 7° Aquario) sono appena passati su Urano.

 

4 – Sospensione delle ostilità il 16 aprile: a due passi dalla congiunzione Sole-Venere, che si formerà il 24 all'ingresso del Toro.

 

5 – I preliminari della pace di Londra mettono fine a questa prima guerra dei Balcani il 30 maggio: congiunzione Sole-Mercurio (8-5° Gemelli) su Saturno (7° Gemelli) e in trigono con Urano (7° Aquario). Ma non si tratta che di un deludente aggiustamento saturniano, poiché sorgono subito divergenze tra i vincitori, che il 1° giugno portano ad un'alleanza difensiva tra Serbia e Grecia contro la Bulgaria. E questo diventa il punto di partenza per una nuova zuffa per la spartizione delle spoglie.

 

6 – Si entra nel vivo dello scontro fra Austria e Russia. Il 21 giugno le due parti tracciano il loro piano d'intervento e il governo russo convoca a Mosca i dirigenti degli stati balcanici; a ciò segue, il 26, l'attacco della Bulgaria contro la Serbia. Siamo nella congiunzione Plutone-Sole (il giorno 21), mentre Mercurio passa sulla grande opposizione.

 

7 – Il 10 luglio è la volta della Romania che entra in guerra contro la Bulgaria, come a notificare a Berlino e a Roma l'intenzione dell'Austria-Ungheria di intervenire dopo l'inizio del mese. Opposizione di Mercurio su Urano (il giorno 3) e del Sole su Giove (il 5).

 

8 –  La risposta italiana del 12 luglio è senza appello: l'Austria-Ungheria non può contare sul sostegno dei suoi alleati della Triplice Alleanza. Di colpo crolla il suo piano di intervento e la Bulgaria, abbandonata e sopraffatta, deve capitolare. C'è il passaggio del Sole sull'opposizione Nettuno-Urano dal 18 al 29 luglio.

 

9 – Dal 30 luglio Roma impone dei negoziati e la sconfitta della Bulgaria è sancita dalla pace di Bucarest del 10 agosto. Congiunzione Sole-Mercurio il 4 agosto, in sestile con Saturno e in quinconce con Giove.

 

In questa crisi le grandi tappe sono ugualmente localizzate nei passaggi degli astri veloci sui quattro pianeti in opposizione: su Giove (2), Urano (3), Saturno (5) e Nettuno (6 e 8), se non addirittura in opposizione a uno di loro (7). Si nota l'antinomia delle configurazioni che corrispondono alle fasi 1 e 4, la guerra e la pace. Si può inoltre constatare che Giove continua a giocare il ruolo della distensione e Urano quello della tensione, mentre Nettuno allarga il dibattito "distendendolo". Se astralmente parlando la fase finale (9) è debole, ciò risponde al risultato di una pace precaria in cui ciascuno non vede nient'altro che una semplice tregua.

 

LA CRISI DEL LUGLIO 1914

 

Qui adesso abbiamo il punto di svolta dello scoppio della prima guerra mondiale, con un processo concentrato in poche settimane in cui si può vedere l'intervento della Luna, che abbiamo fin qui tralasciato.

 

1 – Il 28 giugno 1914 l'Arciduca Francesco Ferdinando, erede al trono d'Austria-Ungheria, viene assassinato da terroristi-patrioti serbi. Questo dramma comporta uno scontro a muso duro tra l'Austria-Ungheria e la Serbia. Oltre alla congiunzione Sole-Plutone, l'opposizione Urano-Nettuno viene ricaricata dai passaggi di Mercurio su Nettuno il 26, e di Venere opposta a Urano il 29.

 

2 – Il 5 e 6 luglio la Germania si schiera per la causa punitiva austro-ungarica, rendendo subito chiara tutta la gravità della crisi. Assistiamo allo stazionamento di Mercurio, divenuto retrogrado a 29° del Cancro il giorno 4, su Nettuno a 27° dello stesso segno, sul quale indugia restando nell'orbita di congiunzione per tutto il mese.

 

3 – Dal 21 al 23 luglio hanno luogo i colloqui di San Pietroburgo fra Poincaré e Nicola II. Confermando al governo russo la fedeltà della Francia nei confronti dell'alleanza in caso di intervento tedesco, il Presidente francese alza di una tacca l'astina della tensione internazionale. Il 23, l'Austria-Ungheria invia un ultimatum alla Serbia, mentre il 24 la Russia inizia le manovre di mobilitazione mettendo sul piede di guerra tredici corpi d'armata. Entrando nel campo della grande opposizione, il Sole passa su Nettuno il giorno 21, seguito dalla Luna nella notte dal 22 al 23.

4 – Dal 27 al 28, l'Austria-Ungheria dichiara guerra alla Serbia. Il 27, Mercurio a 18° del Cancro riprende il suo movimento diretto.

 

5 – Il 1° agosto la Germania dichiara guerra alla Russia; il giorno 2 inizia l'offensiva d'Occidente e il 3 la Germania dichiara guerra alla Francia. Ed è il giorno 2 che il Sole passa in opposizione a Urano. Più largamente,ciò che va capito è il passaggio del Sole in opposizione alla congiunzione Giove-Urano.

 

6 – Il 4 agosto viene consegnato a Berlino l'ultimatum inglese e la guerra diventa quasi europea. La Luna raggiunge Urano il giorno 5, Mercurio invece si appresta a ripassare su Nettuno.

 

Lo scoppio di questa prima guerra mondiale si svolge dunque nel periodo in cui la grande opposizione viene attraversata dal terzetto Sole-Mercurio-Venere, con un anello di sosta mercuriale e la luna nuova, mentre la crisi comincia con accento nettuniano e termina con accento uraniano. Allo stesso modo, globalmente, la guerra si svilupperà su un mezzo ciclo di Giove nella direzione inversa: dalla tensione (Giove-Urano del 1914) alla distensione (Giove-Nettuno del 1919).

 

LA GUERRA DEL 1914-1918

 

Poiché non potremmo ricostruire l'intera storia della Grande Guerra, ci accontentiamo semplicemente di registrare i passaggi degli astri veloci sui due poli di questa stessa opposizione Urano-Nettuno, dove si trova implicato l'intero sistema solare. Nondimeno, dal passaggio su uno dei poli al passaggio sul polo opposto possiamo delineare un movimento di linee di forza con un'altalena generalmente a favore dei poteri centrali con Urano e a favore degli alleati occidentali con Nettuno; del resto, la Triplice intesa (Inghilterra-Francia-Russia) si salda in modo definitivo con l'accordo navale del 16 luglio 1912, sotto la congiunzione Sole-Nettuno.

1 – Dichiarata dalla Germania durante l'opposizione Sole-Urano, la guerra viene rilanciata con la successiva congiunzione del 1° febbraio 1915 col passaggio alle operazioni belliche sottomarine. Il 4 febbraio il Reich dichiara che le acque delle isole britanniche sono considerate "zona di guerra".

 

2 – Grande offensiva tedesca in Russia il 7 febbraio 1915 (un corpo d'armata russo viene accerchiato: 110.000 prigionieri). Marte passa su Urano il 15 febbraio.

 

3 – L'Italia lancia un'offensiva (che rafforza la coalizione occidentale) il 18 luglio 1915. Il Sole passa su Nettuno il giorno 24.

 

4 – Nei mesi di settembre e ottobre 1915, grande offensiva francese nella Champagne, che risolleva il fronte. Passaggio di Marte su Nettuno il 12 ottobre.

 

5 – Attacco tedesco nell'Artois il 29 gennaio e l'8 febbraio 1916, seguito dall'offensiva su Verdun iniziata il 21 febbraio. Il 5 febbraio il Sole passa su Urano.

 

6 – Gli Alleati avviano negoziati con la Romania nel mese di luglio 1916 per impegnarla nella guerra contro le Potenze centrali (passaggio del Sole su Nettuno il 25 luglio), che conducono al trattato di entrata in guerra del 17 agosto (opposizione a Urano il giorno 10). In questo mese di luglio abbiamo anche l'offensiva francese della Somme.

 

7 – Ripresa della guerra sottomarina a oltranza nel gennaio 1917 e inizio delle operazioni il 1° febbraio, accompagnato da una notifica tedesca che viene ricevuta a Washington come provocazione (rottura diplomatica fra America e Germania che porterà all'entrata in guerra degli Stati Uniti). Il rilancio militare della potenza tedesca è rafforzato dalla richiesta d'armistizio fatta dalla Romania il 10 febbraio. Sole e Marte passano su Urano dal 2 al 9 febbraio.

 

8 – All'inizio di febbraio del 1918 l'esercito tedesco accumula vittorie sul fronte occidentale; è sul punto di vincere e il 9 febbraio avvia i negoziati del trattato di Brest-Litovsk, che chiude il secondo fronte orientale con la Russia. Passaggi di Venere e del Sole dal 5 al 13 febbraio.

 

9 – L'esercito francese attacca il 18 luglio 1918 e nel giro di pochi giorni rovescia la situazione strategica. Cosicché l'attacco dell'8 agosto – giorno di lutto per l'esercito tedesco – innesca l'inizio della ritirata di quest'ultimo; ritirata che diventa generale il giorno 21 e che continuerà fino alla richiesta di armistizio. Il Sole passa su Nettuno il 30 luglio, poi su Saturno l'11 agosto, e infine entra in opposizione con Urano il 19 agosto.

 

Possiamo proseguire questo confronto della bipolarità in questione rivolgendoci stavolta agli aspetti di Giove dal 1914 al 1919. Così, è sotto il trigono Giove-Nettuno (che diventerà esatto nel luglio 1915) che nel maggio del 1915 l'Italia entra in guerra a fianco degli Alleati. Quando Giove passa dalla quadratura con Urano alla quadratura con Nettuno tra febbraio e giugno 1917, è il momento della delusione del destino degli eserciti, della stanchezza delle retrovie e degli ammutinamenti di soldati francesi nelle trincee, del fallimento delle rispettive offensive militari. Il sestile Giove-Nettuno dell'inizio del 1918 si può assimilare all'entrata in campo della partecipazione militare degli Stati Uniti. E prima del gran finale, è significativo il trigono Giove-Urano dell'estate 1918: sconfitta italiana, defezione russa, pace rumena. In cinque mesi l'equilibrio delle forze in campo è profondamente cambiato. L'Alto Comando tedesco non si è mai trovato in mezzo a così tante circostanze favorevoli: effettivamente esse sono tali da condurre le sue armate fino alle porte di Parigi, a metà luglio. Abbiamo visto che è stato il rintocco del pendolo nettuniano a mettere fine a quest'avanzata. Il 26 settembre inizia la grande e decisiva offensiva del maresciallo Foch: Marte a 26° dello Scorpione e Saturno a 23° del Leone bloccano Urano rispettivamente con una quadratura e un'opposizione, Giove invece entra nella zona (a 15° Cancro) dove si trovava Nettuno al momento della dichiarazione di guerra, e non molto lontano dal Nettuno celeste.

 

In un periodo più vicino a noi, piuttosto che soffermarci sulle successive puntate dello stesso caso, spostiamo l'inquadratura sul piano di veri spaccati di storia. Il secolo si presta comodamente ad affrontare i percorsi di alcune grandi tappe che lo caratterizzano a livello mondiale. Naturalmente, siccome ciascuno di questi periodi si sviluppa su diversi anni se non addirittura su un decennio, non è possibile coinvolgere tutte le configurazioni. Dobbiamo quindi accontentarci di scorrere solamente le congiunzioni e le opposizioni di Sole, Mercurio e Marte su Urano, Nettuno e Plutone. Anche così, si tratta di una composizione ad alta densità.

 

 

VERSO LA SECONDA GUERRA MONDIALE

 

1 – Il 27 marzo 1933 il Giappone esce dalla Società delle Nazioni. Congiunzione Sole-Urano.

 

2 – Il 19 ottobre dello stesso anno la Germania lascia, a sua volta, la Società delle Nazioni. Luna nuova in opposizione con Urano (e in quadrato con Plutone).

 

3 – 17 aprile 1934: rottura dei negoziati sul disarmo. Hitler aumenta l'effettivo del suo esercito portandolo a 300.000 unità. E' l'inizio della corsa agli armamenti. Tripla congiunzione Sole-Marte-Urano.

 

4 – Il 25 luglio il cancelliere austriaco Dollfuss viene assassinato nel corso di un putsch nazista a Vienna, che però fallisce. Congiunzione Sole-Plutone.

 

5 – Dal 15 al 18 settembre l'URSS entra nella Società delle Nazioni. Congiunzione Sole-Nettuno.

 

6 – 13 gennaio 1935: a seguito di un plebiscito, la regione della Saar viene riannessa al Reich. Opposizione Sole-Plutone.

 

7 – Il 13 marzo Hitler reintroduce il servizio militare obbligatorio in Germania. Opposizione Marte-Urano e Sole-Nettuno.

 

8 – 11 aprile: conferenza degli Stati membri della Società delle Nazioni a Stresa per opporre un fronte di resistenza alla Germania nazista che si sta imponendo. Congiunzione Sole-Urano e opposizione Marte-Urano.

 

9 – Il 3 ottobre l'Italia entra in guerra contro l'Etiopia. Opposizione tra Mercurio stazionario e Urano.

 

10 – Il 7 marzo 1936, prima aggressione militare nazista: la rioccupazione tedesca della zona smilitarizzata di Renania. Congiunzione Marte-Urano e opposizione Sole-Nettuno.

 

11 – Il 2 maggio l'Italia sconfigge e annette l'Etiopia. Congiunzione Sole-Urano.

 

12 – Il 16 luglio scoppia la guerra civile spagnola. Congiunzione Sole-Plutone.

 

13 – Il 26 agosto gli Stati membri della Società delle Nazioni adottano la politica di "non intervento" nella guerra di Spagna. Congiunzione Sole-Nettuno.

 

14 – Dal 21 al 24 ottobre, protocollo Ciano-Neurath e nuovo incontro fra Ciano e Hitler: è l'inizio dell'asse Roma-Berlino. Opposizione Sole-Urano.

 

15 – Il 5 novembre 1937, dalla Cancelleria in Wilhelmstrasse, Hitler si lancia nella marcia bellica delle annessioni, mentre il giorno 6 l'Italia aderisce al patto anticomintern. La congiunzione Sole-Mercurio è opposta a Urano, e la congiunzione Marte-Giove è opposta a Plutone.

 

16 – L'11 marzo 1938 la Germania invade l'Austria (Anschluss). Congiunzione Marte-Urano e opposizione tra la congiunzione Sole-Mercurio e Nettuno.

 

17 – A fine aprile ha inizio la crisi cecoslovacca, che porta alla mobilitazione nel mese di maggio. Congiunzioni di Sole e di Mercurio con Urano.

 

18 – Il 20 luglio, la crisi di Monaco si cristallizza con l'arrivo di una missione inglese a Praga. Congiunzione Sole-Plutone.

 

19 – Dal 13 al 29 settembre, Monaco. Sole e Marte sono congiunti a Nettuno.

 

20 – Il 2 novembre, arbitrato italo-tedesco di Vienna. Opposizione Sole-Urano.

 

21 – Il 15 marzo 1939 la Cecoslovacchia è completamente annessa. In significativa controtendenza con l'aspetto, il 10 marzo abbiamo il discorso di Stalin nel XVIII Congresso del PCUS con il quale l'Unione Sovietica abbandona la causa antifascista. Opposizione Sole-Nettuno rafforzata dalla quadratura Marte-Nettuno (un triangolo simile si produrrà quando la Germania attaccherà l'URSS).

 

22 – A fine aprile ha inizio la crisi di Danzica e il 22 maggio si conclude il "patto d'acciaio" Roma-Berlino. Congiunzione Sole-Urano.

 

23 – A fine luglio scoppia la crisi polacca e si ha un decisivo sviluppo dei negoziati segreti che conducono al patto fra Germania e Unione Sovietica. Congiunzione Sole-Plutone.

 

 

LA SECONDA GUERRA MONDIALE

 

Il testo Astralités de la Seconde Guerre Mondiale presenta la configurazione del 3 settembre 1939, dove s'illustra l'uscita da un'opposizione di Marte in perielio (vedi l'illustrazione in Les stationnements de Mars en astrologie mondiale), ma che accompagna anche un'anacronistica congiunzione Sole-Venere. La cosa significativa è che si tratta di una situazione inattesa, che non si svolge come nel 1914 quando, all'improvviso, le ostilità sul campo fanno anche esplodere l'entrata in guerra: qui le operazioni militari si limitano, se possiamo permetterci una tale espressione, alla Polonia il cui destino è sistemato alla fine del mese. Ed è una "strana guerra" quella che viene avviata, in attesa di quella reale. Durante la congiunzione Sole-Nettuno di metà settembre l'Armata Rossa occupa la Polonia orientale, e sottomette anche la Finlandia l'inverno successivo. Ma si comincerà a "fare sul serio" solo nella primavera del 1940.

 

1 – Il 9 aprile 1940 l'esercito tedesco invade la Danimarca e la Norvegia. Congiunzione Marte-Urano e opposizione Mercurio-Nettuno.

 

2 – Il 10 maggio inizia la grande offensiva a ovest con l'invasione di Belgio, Olanda, Lussemburgo e Francia. Congiunzione Sole-Urano (con quadratura Marte-Nettuno).

 

3 – Dal 1° al 6 agosto, l'URSS annette gli Stati baltici mentre il Giappone interviene in Indocina (congiunzione Sole-Plutone).

 

4 – Il 27 settembre si conclude il Patto Tripartito Roma-Berlino-Tokyo (congiunzione Sole-Marte-Nettuno).

 

5 – Il 28 ottobre l'Italia entra in guerra contro la Grecia (opposizione Mercurio-Urano).

 

6 – Dal 10 al 15 novembre si hanno i colloqui di Molotov a Berlino che provocano uno scontro interno fra Germania e Unione Sovietica, mentre dal 20 al 23 Ungheria, Romania e Slovacchia aderiscono al Patto Tripartito; all'inizio di novembre abbiamo la ritirata dell'esercito italiano in Grecia e in Libia (opposizione Sole-Urano).

 

7 – 9 dicembre: controffensiva britannica in Egitto, seguita all'inizio del mese successivo dalle conquiste di Bardia e di Tobruk (opposizione di Mercurio e di Marte rispetto a Urano).

 

8 – 15 marzo 1941: vittoriosa offensiva italo-tedesca in Egitto (opposizione Sole-Nettuno).

 

9 – Il 6 aprile la Germania entra in guerra in Jugoslavia e in Grecia, dando man forte all'Italia (opposizione Mercurio-Nettuno e opposizione Marte-Plutone).

 

   – L'11-12 maggio, dichiarazione comune di "collaborazione" franco-tedesca; mentre il 20, con la conquista-lampo di Creta, l'Asse raggiunge il controllo completo sull'Europa balcanica (congiunzione Sole-Urano).

 

10 – Il 22 giugno la Germania entra in guerra contro l'URSS: opposizione Marte-Nettuno (rafforzata dalla quadratura Sole-Nettuno).

 

11 – Il 25 luglio gli Stati Uniti bloccano i beni giapponesi nel loro territorio: congiunzione Sole-Plutone.

 

12 – Dal 19 al 27 settembre, conferenza tripartita (anglo-americana-sovietica) a Mosca per fare fronte comune contro il nemico. Capitolazione italiana nell'Africa Orientale e fine dell'impero italiano d'Etiopia. Congiunzione Sole-Nettuno.

 

13 – 18 novembre: offensiva britannica in Cirenaica, seguita dalla ritirata di Rommel. Fine novembre: affanno della Wehrmacht davanti a Mosca, seguita da una ritirata generale sul campo. 26 novembre: tensione diplomatica tra USA e Giappone che porta rapidamente alla guerra. Opposizione Sole-Urano.

 

14 – 26 maggio 1942: patto anglo-sovietico di cobelligeranza. 27 maggio: offensiva generale di Rommel. Primi di giugno: la battaglia navale delle Midway rovescia l'equilibrio di potere nel Pacifico a vantaggio degli americani. Congiunzione Sole-Urano.

 

15 – A fine luglio la Wehrmacht si porta su Stalingrado. Congiunzione Sole-Plutone.

 

16 – Settembre, battaglia di rafforzamento davanti a Stalingrado e definitivo ripiego della Wehrmacht dal fronte africano. Congiunzioni Sole-Nettuno e Marte-Nettuno.

 

17 – Dal 19 novembre al 29 dicembre: offensiva russa del Don e accerchiamento della divisione tedesca di Stalingrado. Parallelamente, il 25 novembre, offensiva britannica in Tunisia: le forze dell'Asse vengono ricacciate in mare. Opposizioni Sole-Urano e Marte-Urano.

 

18 – 2 febbraio 1943: capitolazione tedesca a Stalingrado. Opposizione Sole-Plutone (con l'opposizione Marte-Giove).

 

19 – A fine maggio, conferenza alleata Trident tra Churchill e Roosevelt: viene deciso uno sbarco alleato in Europa occidentale. Congiunzione Sole-Urano.

 

20 –  25 luglio: caduta di Mussolini e del fascismo in Italia. Congiunzione Sole-Plutone.

 

21 – Da metà settembre ai primi di ottobre, fulminante avanzata dell'Armata Rossa che libera i propri territori occupati. Congiunzione Sole-Nettuno.

 

22 – 20 novembre: controffensiva di von Manstein. Opposizione Sole-Urano (la Germania è divenuta una potenza di opposizione).

 

23 – 6 maggio 1944: sbarco delle forze alleate in Normandia. Congiunzione Sole-Urano.

 

24 – 30 luglio: dopo l'impasse seguita allo sbarco, lo sfondamento americano sul fronte della Normandia destabilizza l'occupazione tedesca della Francia. Congiunzione Sole-Plutone.

 

25 – Il 29 settembre si tiene a Dumbarton Oaks la conferenza per la fondazione delle Nazioni Unite e, verso la fine di questo stesso mese, l'Armata Rossa entra nella "centro" dell'Europa dell'Est. Congiunzione Sole-Nettuno.

 

26 – Inizio dicembre: viene fermata l'offensiva alleata verso il Reno (iniziata con lo sbarco durante la congiunzione); a metà mese la controffensiva tedesca alle Ardenne destabilizza il fronte alleato. Opposizioni di Sole e di Marte su Urano.

 

27 – 5 giugno 1945: dichiarazione degli Alleati che fissa le condizioni dell'occupazione tedesca. Congiunzione Sole-Urano.

 

28 – Il 6 e il 9 agosto, l'esplosione delle bombe atomiche su Hiroshima e Nagasaki segna il punto di partenza della capitolazione giapponese. Congiunzione Sole-Plutone.

 

Con le due serie seguenti concentriamo i nostri rilievi solo sui rapporti del Sole e di Marte con Urano e Nettuno, e alle sole congiunzioni uraniane nonché alle sole congiunzioni e opposizioni nettuniane. Nulla può contribuire meglio a cogliere direttamente il contrasto dei registri dei due pianeti lenti.

 

 

LA GUERRA FREDDA

 

1 – Il 12 marzo 1947 viene annunciata la "dottrina Truman" di assistenza economica alle democrazie e di opposizione all'espansione comunista, a cui fa seguito la significativa tensione fra Stati Uniti e Unione Sovietica alla conferenza che si tiene a Mosca ai primi di aprile. Opposizione Sole-Nettuno.

 

2 – La conferenza di Mosca termina il 24 aprile con un fallimento che mina il rapporto tra Est e Ovest. Opposizione Marte-Nettuno.

 

3 – 5 giugno: gli Stati Uniti optano decisamente per il sostegno all'Europa occidentale lanciando il Piano Marshall. Congiunzione Sole-Urano.

 

4 – Reazione sovietica al Piano Marshall: il 27 settembre viene costituito il Cominform, l'internazionale dei Partiti Comunisti europei allineati con Mosca, e si hanno le prime manifestazioni di piazza (scioperi in Francia e in Italia...).

 

5 –  31 marzo 1948: la sospensione degli organismi quadripartitici berlinesi conduce al blocco di Berlino. Opposizione Sole-Nettuno.

 

6 – 19 giugno: la realizzazione dell'organizzazione economica autonoma della Germania Ovest comporta, come reazione, il blocco totale di Berlino. Congiunzione Sole-Urano.

 

7 – Nel mese di agosto, l'elezione di un'assemblea popolare porta alla creazione della Repubblica Popolare della Corea del Nord. Congiunzione Marte-Nettuno.

 

8 – Scioperi in Francia e in Italia suscitati dal Cominform; in settembre e ottobre si aggrava la crisi di Berlino, mentre Mao Tse-tung conquista la Manciuria. Congiunzione Sole-Nettuno.

 

9 – 4 aprile 1949: firma del Patto Atlantico, che delinea un fronte militare occidentale contrapposto a Mosca. Opposizioni Sole-Nettuno e Marte-Nettuno.

 

 

10 – Fine giugno: accordi monetari intraeuropei. Congiunzione Sole-Urano.

 

11 – Il 1° ottobre nasce la Repubblica Popolare Cinese di Mao Tse-tung e il 7 ottobre viene creata la Repubblica Democratica Tedesca (Germania dell'Est). Congiunzione Sole-Nettuno.

 

12 – 25 giugno 1950: la Corea del Nord invade la Corea del Sud, provocando la guerra di Corea con gli Stati Uniti il giorno 27. Il giorno 21, conferenza dei Sei che porta alla creazione della Comunità europea del carbone e dell'acciaio. Congiunzione Sole-Urano in quadratura rispetto alla congiunzione Marte-Nettuno.

 

13 –  7 ottobre: piano di pace dell'ONU per la Corea; il 16 le forze cinesi attraversano lo Yalu, dando inizio all'intervento di Pechino nella guerra di Corea. Congiunzione Sole-Nettuno.

 

14 – Fine novembre, potente offensiva cinese: le armate americane dell'ONU battono in ritirata. Opposizione Marte-Urano.

 

15 – Il 10 aprile 1951 il generale MacArthur, che spinge per la guerra totale, viene rimosso dal comando per aver minacciato la Cina di estendere il conflitto al territorio cinese. Dopo il fallimento di diverse offensive cinesi, si ha una situazione di stallo a livello militare. Opposizioni Sole-Nettuno e Marte-Nettuno.

 

16 – Dal 23 al 30 giugno: apertura dei negoziati per un armistizio in Corea. Congiunzione Sole-Urano (con congiunzione di Mercurio).

 

17 – 12 luglio: interruzione dei negoziati. Congiunzione Marte-Urano.

 

18 – 21 ottobre: intesa tra le due parti per negoziare a Panmunjeom. Congiunzione Sole-Nettuno.

 

19 – 10 gennaio 1952: offensiva del Viet Minh su Hoa Binh e offensive diplomatiche dell'URSS contrastate dagli Occidentali. Congiunzione Marte-Nettuno.

 

20 – 11 aprile: la risposta sovietica alle proposte occidentali del 25 marzo chiude la porta al negoziato. Opposizione Sole-Nettuno.

 

21 – Da fine giugno a metà luglio si ha una recrudescenza dei bombardamenti in Corea e il riacutizzarsi della guerra; rivoluzione in Egitto. Congiunzione Sole-Urano.

 

22 – Agli inizi di ottobre, il XIX Congresso del PCUS lascia intravedere la possibilità di una coesistenza pacifica; offensiva del Viet Minh al Tonchino. Congiunzione Sole-Nettuno.

 

23 – Il 2 marzo 1953 muore Stalin. Opposizione Marte-Nettuno.

 

22 – Fine marzo: inizio della direzione collegiale in URSS. Opposizione Sole-Nettuno.

 

23 – Metà luglio: rimozione degli ultimi ostacoli alla pace in Corea (armistizio firmato il giorno 27) e iniziativa occidentale che conduce alla ripresa delle conferenze internazionali. Congiunzione Sole-Urano.

 

24 – Fine ottobre: prospettive d'impegno per un negoziato su Berlino. Congiunzione Sole-Nettuno.

 

25 – Ai primi di aprile del 1954, gli Stati Uniti creano un fronte unito contro il comunismo nel Sud-est asiatico e prende avvio il Patto di Baghdad. Opposizione Sole-Nettuno.

 

 

VERSO LA COESISTENZA PACIFICA

 

1 – Dal 18 al 21 luglio 1954: conferenza delle quattro Grandi a Ginevra per sostituire alla guerra fredda una coesistenza pacifica. Congiunzione Sole-Urano.

 

2 – Metà ottobre: nuovi accordi tra Cina e Unione Sovietica e allargamento del patto di Bruxelles, che diventa Unione dell'Europa occidentale. Congiunzione Sole-Nettuno.

 

3 – 24 febbraio 1955: firma del Patto di Baghdad per far fronte al comunismo nell'est asiatico; dimissioni di Malenkov a Mosca. Opposizione Marte-Nettuno.

 

4 – 5 aprile: l'adesione della Gran Bretagna salda il Patto di Baghdad al Patto Atlantico. Opposizione Sole-Nettuno.

 

5 – 29 dicembre: l'URSS possiede l'arma assoluta. Congiunzione Marte-Nettuno.

 

6 – 17 aprile 1956: il Cominform (nato con la congiunzione Sole-Nettuno del 1947) decide il proprio scioglimento. Opposizione Sole-Nettuno.

 

7 – 26 luglio: Nasser nazionalizza il canale di Suez. Congiunzione Sole-Urano.

 

8 – Fine ottobre: fallito intervento anglo-francese a Suez, destabilizzazione del regime in Polonia e rivoluzione ungherese. Congiunzione Sole-Nettuno.

 

9 – Da febbraio ad aprile 1957: la Cina s'impone nel mondo comunista e fa apparire i primi segni di un dualismo Mosca-Pechino. Opposizioni del Sole e di Marte rispetto a Nettuno.

 

10 – 28 luglio 1958: Krusciov dà il suo assenso a una conferenza "al vertice". Congiunzione Sole-Urano.

 

11 – 3 agosto 1959: Eisenhower invita Krusciov negli Stati Uniti. E' l'nizio del riavvicinamento tra americani e sovietici. Congiunzione Sole-Urano.

 

12 – Fine ottobre: de Gaulle e Adenauer si incontrano alla conferenza al vertice, ma vi è disaccordo tra gli occidentali riguardo allo scopo dell'incontro. Congiunzione Sole-Nettuno.

 

13 – 1° maggio 1960: i sovietici catturano un aereo spia americano U-2, azzerando le chance della conferenza al vertice. Opposizione Sole-Nettuno.

 

14 – Dal 5 al 15 agosto: Castro porta a termine una serie di nazionalizzazioni che inducono gli americani a mettere sotto accusa la rivoluzione cubana. Congiunzione Sole-Urano.

 

15 – Ai primi di novembre, embargo americano su Cuba che si lamenta presso l'ONU. Il giorno 10, gli 81 Partiti Comunisti riuniti in congresso a Mosca sono testimoni del primo scontro diretto tra Cina e Unione Sovietica. Congiunzione Sole-Nettuno.

 

16 – Il 17 aprile 1961, fallito intervento "quasi militare" americano a Cuba nella Baia dei Porci. Opposizione Sole-Nettuno.

 

17 – 27 ottobre: celebre discorso di Krusciov sulla destalinizzazione al XXII Congresso del PCUS, che consacrerà la rottura tra Mosca e Pechino. Congiunzioni Sole-Nettuno e Marte-Nettuno.

 

18 – Fine ottobre e inizio novembre 1962: crisi nei Caraibi (i missili di Cuba) e conflitto (militare) tra Cina e India che rilancia la tensione tra Mosca e Pechino. Congiunzione Sole-Nettuno.

 

 

Questa esposizione è ripresa da un capitolo di Les Astres et l'Histoire del 1967. Oggi non trovo migliore risorsa, per rivelare la cinetica dello sviluppo storico dove tutto dura nel tempo, che presentarvi questa successione di interferenze. Si sente a malapena il bisogno di dimostrare la filiazione che si stabilisce da una tappa all'altra della stessa catena ciclica, o dalla precedente alla successiva, da un ciclo all'altro.

 

Il contenuto degli episodi sposa la linea generale della tendenza dominante. Così, durante le fasi preparatorie alla guerra del 1933-1939, quando assistiamo al declino della democrazia occidentale, tutte le opposizioni del Sole, di Mercurio e di Marte rispetto a Nettuno la danneggiano; mentre nell'irresistibile marea crescente del nazismo, le opposizioni degli stessi astri veloci rispetto a Urano, per quanto ambivalenti, segnano momenti di crisi di crescita, di superamento. Inoltre, l'evoluzione della guerra ci mette di fronte a cicli precisi di crescita e decrescita, e mostra come la stessa tendenza si sposti da una all'altra manifestazione di potenza. Così abbiamo visto Hitler lanciare le sue offensive durante le congiunzioni solari o marziane con Urano. Oppure, finché ha le redini della situazione in mano, il suo potere è rilanciato dalle congiunzioni e ritrova i suoi limiti durante le opposizioni, le quali sono sinonimi di livello di potere raggiunto, di riflusso, di declino: arretramento strategico, ritirata militare... Precisamente, si constata che l'Asse conosce i limiti delle proprie forze durante le tre successive opposizioni dello stesso ciclo Sole-Urano: nel novembre 1940, quando Mussolini arretra sui fronti greco e africano e Hitler s'imbatte in Stalin; nel dicembre 1941, quando la Wehrmacht ripiega davanti a Mosca e Rommel fa lo stesso in Africa; e nel dicembre 1942, col riflusso definitivo della marea hitleriana ad Est. Tra queste ultime due opposizioni – il declino dell'apparato militare tedesco e il successivo rovesciamento del rapporto di forze a suo sfavore – la congiunzione Sole-Urano del maggio 1942 è ambivalente: Rommel lancia la sua offensiva ma allo stesso tempo viene siglato l'accordo anglo-sovietico contro il nemico comune, mentre nel Pacifico gli americani prevalgono finalmente sui giapponesi. Durante la successiva congiunzione del maggio '43 non si ha più un rilancio delle operazioni dell'Asse, mentre gli Alleati fissano il progetto dello sbarco sul continente. Sbarco che ha luogo durante la congiunzione successiva del giugno 1944. Ma adesso è per loro che l'opposizione Sole-Urano comporta un limite di forze o un riflusso. Di fatto, la potenza tedesca si delinea ora chiaramente come forza di opposizione alla marcia della storia e i due importanti interventi della Wehrmacht avranno luogo, precisamente, durante le opposizioni del novembre 1943 (controffensiva di von Manstein) e soprattutto del novembre 1944 con la controffensiva delle Ardenne, con gli eserciti alleati, venuti dalla Normandia dopo la congiunzione, che erano arrivati stremati alla frontiera del Reno. La nuova congiunzione del giugno 1946 invece decide le sorti della Germania occupata... Da parte sua, il trigono Urano-Nettuno si era espresso nel ribaltamento dalla parentesi del patto sovietico-nazista all'alleanza anglo-americana-sovietica.

 

Questa disamina interpretativa meriterebbe di essere proseguita lungo tutto il secolo nel suo insieme, per cogliere meglio le modulazioni delle reazioni alle tendenze uraniane e nettuniane lungo i decenni. Esaminiamo ora un momento forte nella nostra storia, prima dell'arrivo del sestile Urano-Nettuno foriero di convivenza pacifica, questo pericoloso passaggio dove un'opposizione Giove-Urano è collegata a un'opposizione Giove-Plutone: l'episodio in cui il mondo ha sfiorato la terza guerra mondiale. Il cielo era effettivamente carico di dissonanze.

 

LA CRISI DEI MISSILI DI CUBA

 

1 – Il 2 settembre 1962, durante il soggiorno di Che Guevara a Mosca, un comunicato ufficiale annuncia il rafforzamento degli aiuti sovietici a Cuba per fronteggiare le "minacce imperialiste". Il Sole entra in congiunzione con Urano e in opposizione a Giove.

 

2 – Il giorno 11 Mosca avverte Washington che qualsiasi attacco contro Cuba comporterebbe "l'inizio dello scoppio di una guerra". Il 13 gli USA mettono in guardia l'URSS contro l'installazione di armi offensive a Cuba: "Se Cuba diventa una base militare offensiva, gli Stati Uniti interverranno", dichiara Kennedy. Il Sole è passato in congiunzione con Plutone opposto a Giove, mentre la Luna attraversa essa stessa l'opposizione dal lato di Giove.

 

3 – "Da otto giorni siamo in possesso di prove irrefutabili che una serie di rampe di lancio a carattere offensivo è in corso di costruzione in quest'isola prigioniera. Lo scopo di queste basi non può essere altro che di fornire una forza d'urto nucleare puntata contro l'emisfero occidentale. Non ci lanceremo in una guerra nucleare, ma siamo ben decisi a non tirarci indietro di fronte a questo rischio." Nella notte dal 22 al 23 ottobre, il Presidente Kennedy annuncia anche che i sovietici stanno per installare dei missili in grado di raggiungere il territorio americano. Egli ordina alle forze armate americane di imporre una "quarantena" sul traffico di armi offensive verso Cuba. Il 25, sotto la minaccia di intercettazione, le navi sovietiche che si stavano dirigendo verso l'isola fanno dietro-front. Il 28, Krusciov invia un cablogramma al Presidente americano, scrivendo che ha "dato ordine che le armi offensive a Cuba siano smantellate e portate in URSS" sotto il controllo dell'ONU. Da parte sua, come contropartita Kennedy accetta di non intervenire contro Cuba. I giorni 30 e 31, in un ultimo scambio di lettere, in particolare sull'utilizzo dell'arma nucleare, Krusciov scriverà a Castro: "Non lottiamo per morire." Ci vuole questo scontro finale, con la paura a fior di pelle, perché entrambe le parti si rendano conto – attraverso una fitta corrispondenza tra i due K – della necessità di una pacifica convivenza. Stavolta il Sole torna a incontrare un Nettuno maltrattato dalla doppia quadratura dell'opposizione Marte-Saturno sull'asse nei Nodi; ma anche in trigono con Giove e in sestile con Urano-Plutone, il che corregge la doppia opposizione di questi ultimi rispetto a Giove. Tuttavia è solo il 19 novembre, dopo undici giorni di negoziati tra Mikojan e Castro, che Cuba accetta di smantellare le sue 42 rampe di lancio e rinunciare ai suoi aerei Ilyushin 28: distensione che si verifica durante la tripla congiunzione Sole-Mercurio-Venere.

 

Man mano che ci avviciniamo alla fine del secolo, vediamo restringersi il campo spaziale del ciclo Urano-Nettuno e, allo stesso tempo, avvicinarsi le une alle altre le congiunzioni solari uraniane e nettuniane.

Ciò che si crede di sapere, se lo si sa davvero, lo si deve poter prevedere e occorre darsene la certezza, anziché limitarsi a "chiacchierare". In ogni caso, io sono tra coloro che si attendevano – e l'avevano dichiarato – eventi di portata storica attorno al Capodanno d'ingresso negli anni '90, in concomitanza con la doppia simultanea congiunzione del Sole con Urano e con Nettuno. L'attesa non sarebbe stata delusa, in quanto la stessa URSS sarebbe scomparsa il 25 dicembre 1991. Per non parlare del 1° gennaio 1993, con l'entrata in vigore dell'Atto unico dell'Unione Europea...

Parigi, 12 novembre 2004.

haut de page

[1] NdT: Nel 1908 Izvol'skij decise di inviare un comunicato al suo omologo austriaco Alois Lexa von Aehrenthal promettendogli il nulla osta della Russia all'annessione completa della Bosnia-Erzegovina se l'Austria si fosse interessata all'annosa questione degli Stretti del Mar Nero che, in mano alla Turchia, imbottigliavano la flotta russa in Crimea. (da Wikipedia Italia, al lemma: Isvolski)